Forum BdR 2012: Open Innovation, nuove sinergie tra università ed imprese

Il modello Open Innovation sta diventando un riferimento costante nelle nuove teorie manageriali: non è solo un nuovo modo di “fare R&D”, ma un nuovo modo di “fare business”. Open Innovation significa che network di organizzazioni agiscono insieme per innovare: la creazione di valore non è il risultato esclusivo di una trasformazione interna di input in output, ma la combinazione intelligente ed efficace di risorse interne ed esterne. 

Oggi la conoscenza non è concentrata localmente, racchiusa tra le mura di un’azienda, ma è diffusa e distribuita, è un prodotto globale. In quest’ottica, il modo di interagire tra le persone cambia e la chiave del successo è la sinergia tra individui appartenenti a diverse funzioni, aziende o settori. 

Cruciale è la sinergia tra mondo accademico e mondo industriale, dove la chiave del successo è l’imprenditorialità, per sviluppare ed implementare nuove soluzioni incentrate sui bisogni dei consumatori, di oggi e del futuro. Università ed aziende interagiscono all’interno di un nuovo ecosistema dell’innovazione, per costruire nuovi percorsi tecnologici e di business. 

Nell’attuale economia globale, in continuo e rapido cambiamento, università ed industrie devono reinventare se stesse: possono decidere di cambiare le regole del gioco, creando nuove vie di accesso al prodotto globale della conoscenza. Il modello OI permette un incremento della competitività delle imprese. Nel breve termine, il modello permette ad aziende ed università di condividere il rischio e gli investimenti anticipati con gli altri. Nel lungo termine, il modello offre una tecnologia interna al mondo esterno, dando quindi maggiori indicazioni per portare le idee sul mercato. Fa anche sì che l’azienda sia un integratore di tecnologie interne ed esterne. 

Non sono le grandi, ma anche le piccole e medie imprese possono cogliere questa opportunità. Anzi, sono spesso le piccole start-up tecnologiche, spin-off di università, team di poche persone con forti competenze, ad essere portatrici di grandi idee. Si aprono nuove strade per tutti coloro che hanno la volontà di costruire nuove sfide verso l’innovazione.


Keynote Speech a cura di Tiziano Toschi, SVP Global R&D Food Preparation Electrolux



Relatori